Come cambiare euro in bitcoin in maniera conveniente

Fabrizio Nucci
Come cambiare euro in bitcoin in maniera conveniente

La procedura da seguire per convertire gli euro in bitcoin è piuttosto semplice se si decide di affidarsi agli exchange online. Questi ultimi sono dei siti web, spesso presenti su Internet anche attraverso un’app, che permettono di comprare bitcoin in cambio di altra valuta, ma anche di scambiare diverse monete digitali sulla base del tasso di cambio del momento. Può succedere che sia applicato sulle transazioni di acquisto e di vendita uno spread minimo. Gli exchange tra cui scegliere sono tanti, e con il passare del tempo il loro numero aumenta sempre di più. Non sono tutti uguali tra di loro, ed è per questo che può essere utile sapere quali sono i migliori, sia in termini di facilità di utilizzo che dal punto di vista della sicurezza.

Quali sono i migliori exchange online

Chi è interessato a comprendere come cambiare euro in bitcoin, quindi, deve imparare a conoscere gli exchange. Uno dei più famosi è Binance, che ha il pregio di applicare commissioni basse e mette a disposizione più di 50 valute digitali. Disponibile anche sotto forma di app, Binance merita di essere considerato il più grande exchange al mondo, e può essere utilizzato senza che vi sia la necessità di effettuare alcun deposito. Gli utenti, inoltre, hanno l’oportunità di prestare monete virtuali con gli interessi. Un altro strumento di cui ci si può servire è Bitpanda, che però propone una ventina di valute digitali in meno rispetto a Binance. Per il resto sono molte le caratteristiche in comune, a partire dalle commissioni modeste e dall’assenza di una soglia minima di deposito. In alternativa, vale la pena di prendere in considerazione Coinbase, che gli addetti ai lavori esaltano per l’intuitività dell’interfaccia grafica. Infine, ecco Revolut, che pur consentendo di operare solo con tre criptovalute riscuote un notevole successo tra gli utenti per le carte digitali e reali ma anche per i conti multivaluta.

Come cambiare euro in bitcoin con Binance

Come si è detto, Binance è il più importante exchange a livello globale, oltre a essere il primo per volume di affari. Se decidi di accedervi puoi scegliere se farlo dallo smartphone, attraverso la specifica applicazione, o dal computer, con qualsiasi browser. I tuoi euro potranno essere convertiti sia in bitcoin che in altre monete virtuali: ce ne sono decine tra cui scegliere.

binance

Per avviare il cambio devi registrarti: tieni presente che la procedura di iscrizione, pur essendo agevole, è abbastanza lunga, visto che richiede l’inserimento di molti dati. Questo aspetto, però, non deve essere considerato un difetto, ma solo una garanzia in più per la tua sicurezza. Per cambiare gli euro e ottenere bitcoin in cambio puoi decidere se effettuare un bonifico o se ricorrere alla tua carta di credito. Per quel che riguarda lo spread, si tratta di uno dei più bassi sul mercato, pari allo 0.1%: inoltre se soddisfi determinati requisiti tale spread scende allo 0.02%. Infine vale la pena di sapere che detenendo la criptovaluta che è stata comprata per un certo lasso di tempo è possibile beneficiare degli interessi. In più un ritorno economico si può ottenere anche prestando il proprio investimento in valute digitali.

Come cambiare euro in bitcoin con Bitpanda

Bitpanda è un exchange che consente di detenere, oltre alle valute digitali, anche valute fiat diverse dall’euro e metalli preziosi: così si può andare a comporre un portafogli decisamente diversificato. Ecco perché questo è uno strumento utile sotto molti punti di vista, dato che permette di investire in oro o di convertire gli euro che sono stati guadagnati in franchi svizzeri, in sterline o in dollari. Non sono previste commissioni per il deposito effettuato con il bonifico; se invece si utilizza la carta di credito è applicato un prelievo dell’1.50%. Per quel che riguarda lo spread sulle transazioni, per la vendita è pari all’1.29%, mentre per l’acquisto sale all’1.49%.

bitpanda

Anche in questo caso la procedura di iscrizione è gratuita e, soprattutto, molto facile. Bitpanda accetta tutti i più importanti sistemi di pagamento: oltre ai bonifici e alle carte di credito, anche Neteller, Skrill e Giropay. In tutto le monete digitali a disposizione sono quasi trenta, mentre i metalli preziosi da scegliere per il portafoglio sono il platino, il palladio, l’argento e loro. Bitpanda è un exchange storico, e ciò non può che essere garanzia di sicurezza.

Come cambiare euro in bitcoin con Revolut

Anche Revolut è un sistema che si può provare per convertire il denaro contante in valute digitali. In particolare, questa piattaforma è stata concepita per permettere agli utenti di convertire al tasso di cambio ufficiale le diverse valute. Questo vuol dire che si può aprire un conto non solo in euro, ma anche in altre valute. La procedura di registrazione e la creazione dell’account sono gratuite, e possono essere effettuate sia da computer che da smartphone.

Come cambiare euro in bitcoin con Revolut

Revolut applica una fee pari al 2.5% per la conversione degli euro in bitcoin. In realtà fino a pochi mesi fa questa commissione era più bassa di un punto percentuale; è stato deciso di innalzarla in considerazione della notevole volatilità che nel corso degli ultimi tempi ha caratterizzato il mercato delle criptovalute, con oscillazioni giornaliere che sono arrivate a sfiorare il 15%. Si può ricorrere a un bonifico o alla carta di credito per eseguire un deposito sul conto. Oltre ai bitcoin, le conversioni sono possibili anche per chi abbia deciso di fare investimenti in criptovalute quali ripple, litecoin, ethereum e bitcoin cash.

Come cambiare euro in bitcoin con Coinbase

Coinbase è tra i più celebri exchange al momento, di cui è riconosciuta la facilità di utilizzo anche per i neofiti. Per le transazioni eseguite tramite bonifico è prevista una commissione pari all’1.49%, che cresce fino al 3.99% nel caso in cui si adoperi la carta di credito. Come si può notare, si tratta di fee abbastanza consistenti, soprattutto per le carte di credito, il cui impatto si avverte in modo particolare quando si tratta di convertire degli importi molto elevati.

coinbase

In effetti il ricorso alla carta di credito è consigliabile solo per le cifre che non superano i 100 euro, fermo restando che ogni utente è libero di decidere come gestire gli spread. Dal punto di vista della sicurezza, comunque, Coinbase non ammette contestazioni, in virtù di un sistema di conversione altamente affidabile basato su due fattori di autenticazione, praticamente impenetrabile per i criminali informatici.

Gli altri exchange da provare

Neteller è un altro degli exchange che meritano di essere conosciuti da chi è curioso di sapere come cambiare euro in bitcoin. I bitcoin e i litecoin sono due delle varie monete digitali con cui si può operare: le criptovalute possono essere unicamente convertite in valute fiat, mentre non possono essere trasferite. Neteller è una realtà di comprovata affidabilità, avendo sede nel Regno Unito ed essendo stata fondata nel lontano 2001. Lo stesso si può dire per Skrill, che prevede le stesse condizioni.

Come funzionano le criptovalute exchange

Le criptovalute exchange sono ormai diffuse, ma è sempre bene mantenere le antenne dritte. È la quotazione di mercato che determina il prezzo dello scambio, il quale comunque può essere condizionato anche dalla commissione che si applica. Dopo aver portato a termine la transazione attraverso le piattaforme di exchange, è preferibile spostare subito i bitcoin sul proprio portafoglio. Ovviamente non solo gli euro possono essere cambiati in bitcoin, ma anche i bitcoin possono essere cambiati in euro. Il procedimento vale anche per tutte le altre monete digitali.

Gli incontri faccia a faccia

LocalBitcoins e altre piattaforme di scambio offrono addirittura la possibilità di organizzare degli incontri faccia a faccia con dei potenziali acquirenti o con dei potenziali venditori interessati a concludere una transazione. Le piattaforme permettono di individuare acquirenti e venditori nelle vicinanze, così da portare a termine un affare dal vivo. Nel caso in cui si opti per questa soluzione, è consigliabile organizzare il meeting in un bar o in un altro luogo pubblico e avere con sé un dispositivo mobile che consenta di accedere in tempo reale al portafoglio. In questo modo si può appurare subito se l’interlocutore si sta comportando in maniera corretta o se sta tentando di mettere in atto qualche truffa.

I consigli da tenere a mente

Ma in pratica a che cosa servono i siti web di exchange? Essi offrono agli utenti che si registrano la possibilità di usufruire di una piattaforma che permette di vendere ad altri utenti o di comprare da altri utenti i bitcoin, in cambio di valute legali, a prezzi di mercato. Questi scambi possono avvenire anche face-to-face, mentre il servizio escrow garantisce le transazioni, a tutela degli utenti e per prevenire frodi sia da parte dei potenziali acquirenti che da parte dei potenziali venditori. È importante sapere che il prezzo di mercato del bitcoin non è mai immobile ma è soggetto a continue oscillazioni: ecco perché conviene attendere che la quotazione diminuisca il più possibile prima di comprare i bitcoin. Nel caso in cui ci si trovi nei panni dei venditori, è consigliabile non fornire il proprio indirizzo di posta elettronica a qualunque potenziale acquirente. Se è vero che gli utenti che si registrano sugli exchange sono sottoposti ad accurate verifiche di identità, è altrettanto vero che queste verifiche non sono sufficienti a proteggere i bitcoin in modo appropriato.

Perché cambiare gli euro in bitcoin

È chiaro che se si tenta di capire come cambiare euro in bitcoin è perché si è deciso di puntare su questa valuta digitale come strumento di investimento. Tuttavia, è bene informarsi, studiare e aggiornarsi prima di effettuare qualsiasi operazione, partendo dal presupposto che la volatilità è una caratteristica peculiare delle quotazioni di tutte le valute virtuali, e del bitcoin in particolare. Insomma, una volta individuato il sito di exchange a cui ci si vuole affidare, non bisogna pensare che il più sia fatto, anzi: occorre essere furbi, bravi e anche un po’ fortunati nel capire qual è il momento più adatto per provvedere alla conversione, nella speranza di trovare l’istante giusto per garantirsi il massimo guadagno possibile. Nessuno ha la bacchetta magica per indovinare, ma certo una formazione adeguata e una preparazione completa sono degli ottimi punti di partenza.

Che cosa non si può fare

Gli euro in contanti non possono essere convertiti in bitcoin: infatti non esiste al momento alcun luogo fisico in cui puoi pagare con denaro cash per avere in cambio valuta virtuale. Il motivo è presto detto: trattandosi di una moneta digitale, non c’è niente di fisico che possa in qualche modo essere associato al bitcoin. Al massimo si può fare riferimento agli atm per bitcoin: si tratta di bancomat nei quali possono essere messi i contanti e che permettono di ricaricare il proprio wallet. Nel nostro Paese in realtà non ci sono tanti bancomat di questo genere, e quasi sempre sono presenti nelle grandi città. Insomma, se vivi in un piccolo paese di provincia e ti interessa capire come cambiare euro in bitcoin, ti conviene escludere la possibilità di servirti degli atm.

Si possono chiedere i bitcoin in banca?

A qualcuno potrebbe venire in mente l’idea di andare in banca per chiedere di cambiare una certa somma di euro in bitcoin. Anche questo, però, è un’ipotesi che deve essere esclusa, poiché non vi sono metodi ufficiali che permettano, tramite i meccanismi classici, di ottenere bitcoin al posto degli euro. Lo stesso discorso può essere esteso agli sportelli postali: che non ti venga in mente di andare in posta con un bel gruzzolo di contanti per richiedere dei bitcoin in cambio. Insomma, se desideri convertire i tuoi soldi in bitcoin non puoi fare altro che affidarti a un exchange online.

Se stai pensando di iniziare a fare trading, ti consigliamo di affidarti al broker EuropeFX. Se invece vuoi provare il trading automatico, leggi le nostre recensioni su Bitcoin Evolution e Bitcoin Lifestyle.

Fabrizio Nucci

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Next Post

Comprare bitcoin in Italia: come, dove e perché investire in questa criptovaluta

Ogni volta che le criptovalute fanno registrare un rialzo dei prezzi, i risparmiatori e gli aspiranti investitori si domandano come comprare bitcoin in Italia. Questa opportunità si può concretizzare con varie procedure, ma se non si è esperti del settore è consigliabile adottare la massima cautela, tenendo conto del fatto […]
Comprare bitcoin in Italia